venerdì 20 agosto 2010

Due belle scoperte

Che relax, tre giorni di ferie, eccome se ci volevano! Per prima cosa approfitto della giornata di sole per l’uscita in bici tra le montagne bergamasche, da Zogno (334 m slm) al Passo di Zambla (1264 m slm). Visto che ho una mountain bike, perché fermarsi lì? Decido di proseguire lungo il sentiero della pista da fondo, dal Colle di Zambla al Pian della Palla e salendo poi fino alla Conca dell’Alben. Che bella scoperta la MTB su sterrato, molto divertente! Qui il contatto con “il mezzo” dà sensazioni diverse rispetto alla strada: bisogna accompagnarlo diversamente, assecondarlo, è più “complice”. Bellissime le salite, con cambio duro e pedalata a tutta, ottimo esercizio per i quadricipiti! Un po’ meno le discese, prese pian piano per il timore di cadere. Poi il rientro alla base, per un totale di una sessantina di km diversi e divertenti.

Il Passo di Zambla

Eccomi qui

La Conca dell'Alben


Altra bella scoperta è la combinata bici + nuoto, dai benefici effetti di sblocco per le anche e la schiena. Il “gioco” consiste in un giretto in bici di un’oretta bella tirata, con un tratto piano e una salitella di un paio di km da ripetere pedalando a tutta, un po’ seduta un po’ in piedi, fino a che gambe e fiato non ce la fanno più. Al rientro si va in piscina, per un’oretta di nuoto in cui le gambe riposano e le braccia lavorano. Alla fine il fisico si sente bene e ringrazia. Confido nelle successive scossette di assestamento che interessano le anche e la schiena, e che spero siano segnali di lento riassetto posturale!

Sempre piuttosto critici i dolori post camminata da 6 km, che però si stanno spostando dagli adduttori alla zona posteriore, ancora tra le anche e la schiena, oltre al solito ginocchio: ho deciso di interpretarli come segnali di lento riequilibrio posturale, quindi insisto e porto pazienza. Nel frattempo al parco sono ricomparsi Runners dai volti tesi, già elettrizzati per gli appuntamenti dell’autunno… Ciao Blogtrotters! :-)

7 commenti:

  1. Vedo che sei tornata a sorridere, sono contento!
    Devo decidermi di provarla sta MB, forse il prossimo anno chissà!

    RispondiElimina
  2. stai facendo troppe scoperte in questo periodo!
    troppe per un anima sensibile come la tua :) eh eh

    RispondiElimina
  3. grandissima l'interpretazione delle ferie in questo senso naturalistico-sportivo; è, sarebbe la mia scelta ideale se fosse sempre praticabile. sempre più forte e sorridente Sarah. continua così.

    RispondiElimina
  4. praticamente un duathlon rivisto e corretto! :) bene così.....

    RispondiElimina
  5. E' veramente bello rivederti piu' serena.
    Vedrai, non e' lontano il giorno in cui non dovrai per forza pedalare e nuotare.
    Ale' Sarah....!!

    RispondiElimina
  6. @ Master Runners: grazie Master, sì, son contenta! Bici e MTB danno belle soddisfazioni!

    @ Tosto: ne ho ancora di cose da scoprire... una per volta! :-)

    @ margantonio: grazie Marga! Le vacanze per me sono così, altri "modelli" non li reggerei proprio... Scelta poco condivisa, ma che continuo a praticare con rigenerante piacere! :-)

    RispondiElimina
  7. @ yogi: grazie yogi! Ma arriverà anche quel giorno... :-)

    @ Marco Bucci: molte grazie Marco! Spero che arriverà presto quel giorno, in cui non dovrò per forza "SOLO" pedalare e nuotare... :-)

    RispondiElimina