martedì 2 ottobre 2012

Voglia di normalità

La malattia compie un anno: era in questi giorni che comparivano i primi sintomi di quello che sarebbe diventato un lungo calvario. L’ultima visita di controllo in endocrinologia, la settimana scorsa, ha così concluso: “Sì, i valori ematici ora sono normali, ma ci vorrà almeno un annetto perchè i tessuti possano guarire!”. Come se fosse la cosa più ovvia. Ho sempre pensato che “un anno” fosse un periodo di tempo lungo nella vita di una persona. E che due anni lo fossero ancora di più. Ma a quanto pare i tempi di guarigione endocrina del tessuto muscolare sono molto lunghi, e “un anno” è l’unità di misura minima. Ho voglia di tornare alla normalità, di poter dire “esco a fare due passi”. E invece riesco a camminare solo per 10 minuti, poi... Per il resto i giorni passano in fretta: fuori casa 11 ore al giorno per lavoro, in quella stessa posizione seduta, prima in macchina e poi alla scrivania e poi ancora in macchina, che non aiuta certo i muscoli a guarire. Il periodo lavorativo è impegnativo e interessante. Nel fine settimana, dopo il faticoso recupero di tutte le faccende domestiche, resta ancora voglia di “evasione”: non potendo “evadere” con l’attività fisica, come una volta, non resta che reinventarsi e sperimentare. Ecco qualche cartolina da ”un’altra vita” del Geco.

 
Il Geco passeggero (su per i monti, si vedono bellissimi panorami come quando si va in bici, 
ma non si fa fatica, almeno per chi non guida :-)

Poldino fa il trattore, Poldino fa il trattore, e il Poldino Pio, Poldino Pio! E il Poldino Pio, Poldino Pio!

La colazione del Geco: yogurt fatto in casa (con latte crudo, meglio), pane fatto in casa, 
marmellata fatta in casa (di uva, la mia preferita).

8 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie Semper Adamas, il tifo è reciproco! :-)

      Elimina
  2. l'amor che move il sole e l'altre stelle... :) che vuoi che sia un anno in confronto all'eterno.... smack!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E invece siamo fatti di carne mortale, che ha vita breve e che si ammala pure... Vabbè, piuttosto, hai visto che bel micio? Poldino è ancora cucciolo, ma diventerà un bel gattone rosso, come Martello, buon anima... Caratteri molto diversi: Martello era un "filosofo", Poldo è più un tipo "pane e salame", ma ugualmente adorabile e coccoloso! Un caro saluto by Sarah

      Elimina
    2. ps. l'avevo notato eccome! tutto il mio yogi, buonanima (non mi ero impegnato molto per il nome).... :)

      Elimina
  3. ti auguro di riprenderti TUTTO con gli interessi.. e son convinto che ci riuscirai!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molte grazie Polisportiva... spero di tornare come prima della malattia... Un caro saluto e buone avventure a tutta la Polisportiva! :-)

      Elimina
  4. Era un po' che mancavo dal blogtrottersworld e non sapevo della tua malattia. Mi dispiace moltissimo. Lo sport ti ha sicuramente insegnato a non mollare, sarebbe inutile incitarti, ti auguro invece un GRAN CULO. Che la vita ti sorrida PRESTO. Un abbraccio forte virtuale, nella speranza di potertelo dare fisico entrambi con il body da gara.

    RispondiElimina