mercoledì 12 dicembre 2012

Formaggio e birra


Una rispolverata al blog, giusto per raccontare di un paio di esperimenti ben riusciti, nella lunga attesa di poter un giorno ricominciare, si spera, l’attività sportiva. Ormai sono 15 mesi “di stop”, come dicono gli sportivi.

Il formaggio - Dopo la soddisfazione dello yogurt fatto in casa, bianco e compatto come piace a me, la curiosità di provare il passo successivo: preparare il formaggio. Latte crudo, caglio, sale: ed ecco la prima formagella fresca e la prima ricotta. Una bella soddisfazione! Sarebbe interessante ora provare anche la stagionatura... vedremo. 

La cagliata per la formagella
I fiocchi di ricotta
Formagella e ricotta fresche, nelle loro fuscelle


La formagella primo sale


La birra - Nel frattempo, un altro esperimento: la birra fatta in casa. L’acquisto del kit per “home brewers”, la prima prova con fermentatore e gorgogliatore, e la riuscita di una prima, buonissima, birra Lager! Comincia a piacermi, decisamente....

Il fermentatore con gorgogliatore
Si versa...
Prosit!


E poi ho imparato un sacco di cose: tecniche di produzione alimentare antichissime, interessantissime! Perchè non mi piace questo modo di oggi, di trovare tutto pronto negli scaffali di un supermercato, senza avere la minima idea di come si arrivi dalla materia prima al prodotto finito. Tra l’altro, quando si comincia a prepare certe cose in casa, difficilmente ci si abitua di nuovo a comprarle al supermercato, perchè quelle, poi, non piacciono più!

Il Geco vi saluta e va a bere la sua birretta, alla prossima!


12 commenti:

  1. ...io per ora solo pizza homemade. Il Geco è troppo avanti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Geco è goloso... :-) Grazie e a presto by Sarah

      Elimina
  2. veramente, sei troppo avanti (e piena di buona volontà)! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, sì, la volontà c'è... bastasse questa...
      PS: anche la tovaglia che si vede in foto... cucita io! ;-)
      Buone co(r)se by Sarah

      Elimina
  3. hmm, col miele di castagno dev'essere speciale.... e magari hai già le arnie! :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le arnie no... penso che avrei molte difficoltà di "relazione" con le "bestie volanti"... anche se sono "brave", come le api... Comunque Geco ghiottissimo di miele di castagno! Quello delle mie zone, però, si trova con difficoltà, ormai da un paio di anni, a causa di una malattia che colpisce i castagni... poveri! Un saluto e una scodinzolata al cucciolo by Sarah

      Elimina
  4. pane, yoghurt, pizza fatto in casa per ora
    per il formaggio ci ho fatto un pensiero, ma .......così basta e avanza
    la famiglia richiede altre risorse, io quà mi fermo
    a me basta che i miei piccoli abbiano dimenticato le merendine e le cose strazuccherate che io non sopporto più
    non riesco più a mangiare niente dal supermercato, il zucchero bianco è scomparso
    ......e sto bene così
    spero ti rimetti in fretta e che tu possa tornare a fare quello che a noi piace, cioè far fatica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per l'augurio Andrea, lo spero tanto anch'io...
      Ottimo lavoro sul fronte "cose fatte in casa"! E vedrai che appena i piccoli crescono un po', sarà spassosissimo anche per loro preparare il formaggio insieme! ;-)

      Elimina
  5. Uh... posso prenotarmi per un barile (o anche solo una bottiglia) di birra artigianale?
    Adoro le lager in genere ma sono aperto ad ogni sapore.
    Brava Sarah, quando aprirai il tuo primo birrifricio ti chiederò la tessera di bevitore onorario.

    Ci sono due cose per cui val la pena vivere...
    e la seconda è la birra!

    In geco we trust!
    Ste

    RispondiElimina
  6. Mi prenoto per la birra, per ora Lager, ma ti aspetto alla doppio malto. Poi la formagella primo sale per accompagno. Very complimenti.
    Il miele di castagno mi piace assai.
    Sursum corda, in alto i calici, pieni di birra.

    RispondiElimina
  7. Bello "sursum corda"!!! Non l'avevo mai sentito! :-) Prossime birre in programma: Pilsner appena la temperatura sale un po', e poi quando fa quasi caldo una rossa! Un caro saluto by Sarah

    RispondiElimina