mercoledì 25 marzo 2009

Carpaccio di geco ignorante

Dei momenti di buio è meglio non scrivere: quando non posso correre sto davvero male. E questo non va bene.

Timida ripresa di un'oretta, piano piano, quasi mi sembra di non ricordare più come si fa, l'asfalto fa male e allora cerco la terra, su e giù per sentierini, dolcissimi, tutti fioriti, con qualche sasso che sembra lì apposta per risvegliare un po' tutti i muscoli. Il bosco di primavera è stupendo: a terra i fiori, in alto la luce del sole tra i rami e le gemme. Molto stanca, però ora sto meglio. 

Ah, il carpaccio:
  • "Quando i muscoli sembrano due blocchi di cemento, significa che hai corso troppo a lungo nella zona della spia rossa, e hai danneggiato alcune fibre muscolari. Il cervello rallenta i muscoli per proteggerli da danni ulteriori. Il danno c'è, non ti resta che rallentare." 
  • "Bruciare i muscoli: il catabolismo proteico non è la fonte primaria di energia, ma è attivato dalla deplezione di glicogeno; in termini più semplici, quando manca una scorta sufficiente di carboidrati, l'organismo lo rileva e cerca di porvi riparo smontando i muscoli e convertendo le proteine in energia." 
  • "Il gonfiore alle gambe: l'edema muscolare (accumulo di fluidi) è causato dal danneggiamento delle miofibrille e del tessuto connettivo perimuscolare."
  • "La tecarterapia è uno strumento efficace nel trattamento delle lesioni muscolari. Stimola la velocità di macro e microciclo ematico e il drenaggio venolinfatico: la scomparsa dell'edema facilita il recupero funzionale delle fibre. In presenza di una valida neovascolarizzazione e di un idoneo apporto di ossigeno, prevalgono i processi di rigenerazione mioblastica; di contro, nel caso di insufficiente apporto di O2 prevalgono quelli cicatriziali." 
  • "E per la contrattura, pazienza e massaggio con Voltaren."
Si ringraziano le 3 F, che in ordine alfabetico diventano Mr. Fisio, il Papà e il Maestro.          

11 commenti:

  1. Ti capisco perfettamente, la corsa per un runner è fonte di vita e salute. Buon recupero!

    RispondiElimina
  2. Con il carpaccio muscolare hai descritto perfettamente lo stato dei miei muscoli alla conclusione della maratona di Roma. Sono contento della tua ora di corsa che spero possa allungarsi per quanto tu desideri entro breve tempo.

    RispondiElimina
  3. Una volta ti dissi che adoravo il pollo...saro' banale, ma il carpaccio è proprio il mio piatto principe... in realtà lo preferisco di pesce... e con questo ho preso le debite distanze :-)
    Sarah, sei tornata ad annusare l'aria... a breve i malanni saranno solo un ricordo !

    RispondiElimina
  4. Sarah ho il posto giusto x rimetterti in sesto. anche io non posso correre ma ho trovato il modo di farlo lo stesso, in acqua, assieme anche alla palestra,da un'occhiata e poi fammi sapere, il posto c'è

    RispondiElimina
  5. Sono solidale con il Voltaren :-)

    RispondiElimina
  6. il carpaccio:l'ho mangiato proprio la sera della maratona...

    RispondiElimina
  7. La tua frase, iniziale rispecchia la mia situazione podistica...da qui a tre giorno provo a riprendere anch'io...finisco coi puntini,spero di completarli entro domenica sera sul mio blog.

    Guarisci presto!

    RispondiElimina
  8. animo Sarah, la primavera (quando arriva) porterà giovamento a tutti i nostri muscoli oltre che al nostro animo.

    RispondiElimina
  9. @ FabioG: hai colto in pieno!

    @ Francorre: tra runners ci si capisce!

    @ Gian Carlo: piace anche a me, sia di carne che di pesce, possibilmente però non il mio...

    @ Miticojane: ci faccio un pensiero...

    RispondiElimina
  10. @ Lucky73: tra runners si è solidali :-)

    @ Anna: proverò anch'io, così magari non mi mangio il mio!

    @ Alvin: forza Alvin! Intanto hai Ruben a rischiararti l'animo!

    @ margantonio: grazie Antonio, ce n'è bisogno, sia per i primi che per il secondo!

    RispondiElimina
  11. sara posso sapere dove hai preso la F? cercavo una D e quel tipo li mi piace
    saluti cari
    Denise

    RispondiElimina